ss

La prima minicar ibrida è la britannica Electrolette prodotta nel 1941

Electrolette
Electrolette

L’Electrolette, nata negli stabilimenti inglesi della British Electromobil nel 1941, è stata senza dubbio l’antesignana di tutte le vetture ibride mai prodotte. Era munita di due motori, uno a scoppio di origine motociclistica, un due tempi, quattro marce avanti, Villiers 175 cc e un motorino elettrico. A differenza delle odierne ibride però, i motori non lavoravano insieme; il motore a scoppio aveva solo le marce avanti mentre quello elettrico si occupava della retromarcia ed aveva solo una marcia in avanti con un’autonomia di 50 km e per una velocità massima di 35 km/h. Fa parte della categoria “Bubblecar”, le micro-automobili progettate e prodotte negli anni a cavallo tra la seconda guerra mondiale e gli anni ’50. Il piccolo elettrico serviva per ridurre i consumi di benzina in un periodo in cui la guerra faceva scarseggiare gli approvvigionamenti.

A ricordare le tendenze moderne, portate alla ribalta anche a Ginevra, ci sono anche le ridotte dimensioni (260 cm) e la riduzione del peso, con una carrozzeria in alluminio di soli 115 kg. I freni non sono a disco perchè per il ridotto peso e la bassa velocità raggiunta dalla Electrolette erano sufficienti quattro freni meccanici sulle ruote.

Approfondisci

Casalini M12 Cross, il primo miniSUV italiano. Grintoso, esuberante, adatto alla città, ma pronto ad accompagnarvi ovunque desideriate

Casalini M12 Cross
Casalini M12 Cross

Casalini M12 Cross è un miniSUV che si guida a partire da 14 anni con il patentino per ciclomotori. Si distingue per il design audace, potente e deciso, con l’irruenza, l’esuberanza e l’energia del made in Italy. Con il suo assetto rialzato si trova a proprio agio nei centri urbani, ma vi saprà accompagnare nelle vostre escursioni fuori città. Ideale per il tempo libero, M12 Cross è una vettura progettata per chi ricerca uno stile non convenzionale, sportivo ed efficiente. Il bullbar anteriore e le barre sul tetto conferiscono un aspetto ancora più grintoso e selvaggio. Ma M12 Cross, come tutte le minicar Casalini, garantisce anche brillanti prestazioni, consumi efficienti ed una gamma completa di dotazioni per garantire la sicurezza degli occupanti ed il massimo comfort a bordo. A cominciare dal sistema antibloccaggio in frenata (ABS), che garantisce un’ottima tenuta della vettura anche sul bagnato e su asfalti insidiosi. Il miniSUV Casalini si distingue anche per lo spazio e la grande funzionalità degli interni. (altro…)

Approfondisci

Nuova legislazione per le Minicar in vigore dal 19 gennaio 2013

MINICAR: QUADRICICLO LEGGERO

Il quadriciclo leggero, in gergo chiamato anche minicar, secondo il codice della strada italiano (Art.53 h) è assimilato ad un qualsiasi motoveicolo o triciclo pur avendo quattro ruote facendo parte della categoria “L”.

Quadricicli a motore: veicoli a quattro ruote destinati al trasporto di cose con al massimo una persona oltre al conducente nella cabina di guida, ai trasporti specifici e per uso speciale, la cui massa a vuoto non superi le 0,55 t, con esclusione della massa delle batterie se a trazione elettrica, capaci di sviluppare su strada orizzontale una velocità massima fino a 80 km/h. Le caratteristiche costruttive sono stabilite dal regolamento. Detti veicoli, qualora superino anche uno solo dei limiti stabiliti sono considerati autoveicoli.

QUADRICILI LEGGERI E QUADRICICLI PESANTI
Che differenza c’è tra le due categorie? E’ semplice:
Quadricicli leggeri: veicoli la cui massa a vuoto è regolamentata a un limite massimo di 350kg, con una capacità di carico massima non superiore ai 200 kg. Sono equiparati ai ciclomotori e possono essere condotti con o senza patente, a seconda della legislazione in vigore in ciascun paese.
Quadricicli pesanti: questi quadricicli a seconda del loro utilizzo hanno limiti differenti:
Per il trasporto di persone, veicoli la cui massa a vuoto è regolamentata a un limite massimo di 400kg, con una capacità di carico massima non superiore ai 200 kg.
Per il trasporto di merci, veicoli la cui massa a vuoto è regolamentata a un limite massimo di 550kg, con una capacità di carico massima non superiore ai 1000 kg.
Nel calcolo della massa non è compreso il peso delle batterie per i mezzi dotati di motore elettrico.

LIMITI DI POTENZA DI UNA MINICAR

Potenza massima pari o inferiore a 4 kW, con una cilindrata massima di 50 cm³ per i motori ad accensione comandata, mentre non ci sono limiti di cilindrata per i motori termici di altro tipo o motori di altra natura, come i motori elettrici che non hanno una cilindrata, mentre non possono essere capaci di viaggiare a oltre 45 km/h (Codice della strada Art.53).

PATENTI DI GUIDA PER LA MINICAR

Patente AM per ciclomotori a 2 ruote (categoria L1e), tricicli leggeri, fino a 50cc e fino a 45 km/h (categoria L2e), quadricicli leggeri (categoria L6e)

ETA’ DI ACCESSO ALLA MINICAR

Anni 14: Veicoli della patente AM, solo sul territorio nazionale, purché non trasportino altre persone oltre al conducente
Anni 18: Veicoli della categoria AM che trasportano altre persone oltre al conducente

I veicoli di categoria AM (ciclomotori a 2 e 3 ruote, quadricicli leggeri) possono essere guidati con qualsiasi categoria di patente superiore.

TRASPORTO DI PASSEGGERI SU UNA MINICAR

Una minicar è un veicolo a due posti che permette di trasportare un solo passeggero.
È vietato trasportare un bambino di età inferiore a 10 anni sul sedile anteriore di un veicolo a motore, eccetto nei seguenti casi:
il bambino viene trasportato, voltando le spalle alla strada, con un sistema di sicurezza omologato appositamente realizzato per essere installato sul sedile anteriore del veicolo;
il veicolo non è dotato di sedili posteriori o se i sedili posteriori non sono dotati di cinture.

CINTURE DI SICUREZZA OBBLIGATORIE

La cintura di sicurezza è obbligatoria.
Sulla strada, ogni conducente o passeggero di un veicolo a motore deve allacciare la cintura di sicurezza omologata se il sedile occupato ne è dotato. Ogni sedile dotato di una cintura di sicurezza deve essere occupato da una sola persona.

ALTRE DISPOSIZIONI

Sono fatti salvi i diritti acquisiti dai titolari di certificato di idoneità alla guida del ciclomotore o di patenti rilasciate anteriormente alla data di applicazione del decreto. Viene esteso anche ai titolari di patente A2, A e B1 il divieto di oltrepassare la velocità di 100 km/h in autostrada e di 90 km/h sulle strade extra-urbane principali, per i primi 3 anni dal conseguimento della patente. Vengono introdotte sanzioni amministrative per i minorenni muniti di patente AM, A1 o B1 che trasportino altre persone oltre al conducente.
Ricadono sotto le disposizioni della nuova direttiva i candidati che sostengono la prova pratica a partire dal 19 gennaio 2013 (ad es. il candidato che sostiene con successo l’esame teorico a dicembre 2012 e supera la prova pratica di guida a febbraio 2013 rientra nel nuovo regime).

NOTA BENE

Per effetto dell’entrata in vigore della Direttiva comunitaria, il certificato di idoneità alla guida del ciclomotore (CIGC) viene sostituito dalla patente AM: quest’ultima è un documento di guida a tutti gli effetti, assimilato alle altre patenti di guida. Ne consegue che le deroghe precedentemente riconosciute agli aspiranti al CIGC (esentati dal superamento dell’esame teorico e pratico se maggiorenni alla data del 30 settembre 2005) decadono. Il candidato minorenne o maggiorenne al conseguimento della patente AM dovrà pertanto ottenere il rilascio di un certificato medico attestante il possesso dei requisiti psico-fisici, sostenere con successo un esame teorico e un prova pratica di guida.
Si ricorda, infine, che il Decreto semplificazioni, convertito in legge nello scorso mese di aprile, ha eliminato l’obbligo, per gli utenti ottantenni, di sostenere una visita medica presso la commissione medica locale per il rinnovo della patente. Il documento si rinnova, pertanto, presso uno dei medici previsti dal codice della strada, con cadenza biennale.

Approfondisci

Pechino. Presentato un concept minicar altamente futuristico

Chatenet CH32. La minicar in formato Station Wagon
Pechino. Presentato un concept altamente futuristico

Una vettura futuristica che si trasforma in un treno. Questa è la Chery concept @Ant, una vettura ancora prototipo ma che al salone di Pechino ha lasciato di stucco in tanti. Ciascuna auto infatti, da singola ha le dimensioni di una citycar ma può unirsi alle sue simili attraverso le ruote formando un vero e proprio treno tutto design formato anche da dieci veicoli.
Questa piccola ma intelligente auto è inoltre in grado di rintracciare le sue simili e di catalogarle per destinazione.

Approfondisci

Chatenet CH32. La minicar in formato Station Wagon

Chatenet CH32. La minicar in formato Station Wagon
Chatenet CH32. La minicar in formato Station Wagon

E’ in arrivo nei concessionari e rivenditori Chatenet la nuova CH32, la “Station Wagon” della casa francese si contraddistingue per il le sue dimensioni, ben 3,215m di lunghezza. Ancora più comodità e confort senza rinunciare alla sicurezza dove Chatenet è uno dei leader a livello internazionale. Molti gli accessori di serie che andiamo a scoprire insieme che la renderanno unica nel suo genere. Sarà disponibile esclusivamente nella versione Must con motore Yanmar.

Gli allestimenti di serie sono:

– vetri elettrici
– sensori di parcheggio
– chiusura centralizzata
– autoradio con lettore CD
– tergilunotto posteriore
– copri vano bagagliaio
– cerchi in lega 14″

Il prezzo di listino è di circa €15.000.

Approfondisci

Ligier. Il mini suv è francese con IXO Club

Ligier. Il mini suv è francese con IXO Club
Ligier. Il mini suv è francese con IXO Club

La gamma Ligier Ixo si rinnova e per il 2012 presenta la nuova Club, una minicar che strizza l’occhio alla grinta e allo stile dei suv. Può una minicar trasformarsi in un mini suv? Dalla Francia rispondono “oui”, ed ecco un quadriciclo leggero disponibile anche con motore DCI, con cambio automatico, vetri posteriori oscurati, quattro freni a disco (la coppia posteriore è ventilata), pinze dei freni di colore rosso, cerchi in lega da 14 pollici e la garanzia 24 mesi Ligier. Abbiamo guidato una Ligier Ixo Club di colore bianco perla per le strade di Roma, tra gli sguardi dei curiosi, trovando lo sterzo agile e affidabile e il motore più silenzioso dei modelli precedenti. Nei prossimi giorni pubblicheremo il test drive completo.

Approfondisci

Aixam. I dettagli della Crossover

Aixam. I dettagli della Crossover
Aixam. I dettagli della Crossover

Crossover, puro spirito d’avventura, mette in mostra le sue linee fluide e i suoi spazi generosi. Spaziosa, elegante, facile da usare Crossover si adatta a tutte le situazioni e risponde a tutti i desideri. Scopri i suoi nuovi volumi e la sua capacità di carico da record: 1200 litri!
Retrovisori: parte integrante del veicolo, i retrovisori della Crossover hanno standard automobilistici. Le cromature contribuiscono al design originale di Crossover.
Abitacolo: l’utilizzo di nuovi materiali ha permesso una plancia iniettata con goffratura dalla qualità incomparabile. L’interni di alta gamma e i materiali soft-touch di tecnologia automobilistica, sono il punto di riferimento per la categoria.
Terza luce stop a Leds: sempre più sicurezza con la terza luce stop a Leds.
Accessibilità motore: sempre in un contesto di performance, AIXAM facilita l’accessibilità del motore per la manutenzione. La copertura del motore più grande e performante ottimizza l’insonorizzazione.
Maniglie ergonomiche: grazie alla sua forma ergonomica, la nuova maniglia facilita l’apertura delle porte.
Sedili regolabili: sedili d’alta gamma in similpelle regolabili in lunghezza e in inclinazione, per un comfort di guida adattabile a qualsiasi necessità. (altro…)

Approfondisci

Duè GT. Tutto quello che desideri in una microcar

Duè GT. Tutto quello che desideri in una microcar
Duè GT. Tutto quello che desideri in una microcar

Da qualche tempo è arrivata in Italia la Duè GT. Dué, marca di minivetture del gruppo Driveplanet , presenta in Italia la First vettura essenziale, pratica ed economica : l’ideale come primo acquisto a partire dai 14 anni.

Rinnovata rispetto al precedente modello é stata arricchita di contenuti ed abbellita esteticamente per poter andare incontro ai gusti dei giovanissimi: colorazione grigio metallizzata con tetto nero, strisce nere su cofano e portellone; equipaggiamento incluso: vetri elettrici, chiusura centralizzata, radio CD, cerchi in lega

Rispetto alle concorrenti in questa fascia é da considerarsi il veicolo migliore per rapporto qualitá/equipaggiamento/prezzo e l’estetica é resa molto piú accattivante dalla colorazione ed dai cerchi in lega.

Approfondisci

Casalini M12. Ecco la minicar italiana per eccellenza

Casalini M12. Ecco la minicar italiana definitiva
Casalini M12. Ecco la minicar italiana definitiva

Le minicar CASALINI sono progettate e costruite in Italia, dove la passione per i motori coinvolge un intero popolo. La ricerca di uno stile unico, la cura maniacale di ogni particolare, il lavoro artigianale di tecnici ed operai specializzati, fanno di M12 l’icona stilistica del suo segmento.
Il design CASALINI coniuga eleganza, spazio, lusso e carattere nella sua forma più pura. Anche l’attuale M12 si ricollega con ogni dettaglio a questa tradizione. Il frontale inconfondibile, l’incisiva prospettiva laterale e la coda moderna costituiscono un insieme armonioso che emana pura esclusività.
Le luci diurne con l’innovativa tecnologia LED, di serie sui nuovi modelli, donano al rinnovato frontale un tocco di personalità in più, in particolare di notte. (altro…)

Approfondisci

Nuova Chatenet CH32, arriva la ‘Station Wagon’ della casa francese

Nuova Chatenet CH32
Nuova Chatenet CH32

E’ in arrivo nei concessionari e rivenditori Chatenet la nuova CH32, la “Station Wagon” della casa francese si contraddistingue per il le sue dimensioni, ben 3,215m di lunghezza. Ancora più comodità e confort senza rinunciare alla sicurezza dove Chatenet è uno dei leader a livello internazionale. Molti gli accessori di serie che andiamo a scoprire insieme. Sarà disponibile esclusivamente nella versione Must con motore Yanmar.

Gli allestimenti di serie sono:
– vetri elettrici
– sensori di parcheggio
– chiusura centralizzata
– autoradio con lettore CD
– tergilunotto posteriore
– copri vano bagagliaio
– cerchi in lega 14″

Il prezzo di listino è di circa €15.000.

Chatenet CH32

Chatenet CH32

Approfondisci