Lombardini. Il segreto di Kohler Direct Injection

Lombardini. Il segreto di Kohler Direct Injection
Lombardini. Il segreto di Kohler Direct Injection

“Solo 3 anni fa, Lombardini celebrava 75 anni di storia. 75 anni durante i quali Lombardini è riuscita a diventare leader in Europa come produttore di motori diesel fino a 50 kW, accumulando un ineguagliabile bagaglio di esperienze e talento nell’industria dei motori diesel. La fusione con la società Kohler nel 2007, ci ha dato l’opportunità di rafforzare ulteriormente la nostra leadership in Europa”. Sono le parole di Gianni Borghi, presidente del Gruppo Lombardini. “Oggi infatti vantiamo la più completa gamma di prodotti diesel e benzina, raffreddati ad aria e ad acqua, mono e multi-cilindrici. La sinergia non è stata per solo in termini di prodotto, ma anche geografica. La presenza decisamente globale, Kohler negli Stati Uniti, Lombardini in Europa, conta anche stabilimenti in India e Cina”.
“In questo modo,” continua il presidente di Lombardini, “nonostante il periodo di crisi economica che tutti stiamo vivendo dal 2008 ad oggi, Lombardini ha avuto l’opportunità di affrontare investimenti significativi necessari per lo sviluppo di un nuovissimo motore con tecnologia all’avanguardia e soluzioni innovative per soddisfare al meglio le esigenze dei nostri clienti: un motore eccezionale interamente progettato dal team di ricerca e sviluppo di Lombardini, che sarà prodotto qui nel nostro stabilimento principale; un made in Italy pronto a conquistare il mondo, frutto dell’importante supporto finanziario e sostenuto da una forte visione strategica della nostra proprietà Kohler”.

Approfondisci

Bollino blu “Minicar Sicure”. Si attende solo la firma del Comune di Roma

Il Bollino Blu che certifica le Minicar SIcure
Il Bollino Blu che certifica le Minicar SIcure

Un protocollo di sicurezza che coinvolge Confindustria, Confartigianato, AdConsum e tutta la rete vendita ufficiale è sul tavolo del Comune di Roma da 5 mesi. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Nella capitale, infatti, le micro vetture sono diventate un oggetto di culto tra i giovanissimi che possono circolare nel traffico caotico della metropoli più agevolmente, protetti da un abitacolo.
Si sa che i giovani, sia che si parli di scooter e ciclomotori, sia che si parli di microcar, spesso sono poco preparati sulle norme del codice della strada, e molti cercano di truccare il proprio mezzo per aumentarne le prestazioni, in barba alla legge.
Confindustria ANCMA, che raggruppa i principali costruttori europei di minicar e componenti (come Aixam, Casalini, Chatenet, Ligier, Microcar e Lombardini), ha proposto al Comune di Roma, con la collaborazione della rete vendita ufficiale, delle migliori officine, di Confartigianato e dell’associazione consumatori AdConsum, un protocollo per garantire la sicurezza del parco circolante. Contrastando la pratica di truccare i veicoli, effettuando controlli periodici, coinvolgendo i giovani in corsi di guida sicura e favorendo la diffusione di una corretta educazione alla sicurezza stradale, i costruttori sperano di poter contribuire a superare questo problema squisitamente romano.
Si attende solo la firma del comune di Roma che, da 5 mesi, continua a rimandare.

Approfondisci

Anti-Tuning. In arrivo il motore Lombardini contro le modifiche illegali

Anti-Tuning. In arrivo il motore Lombardini
Anti-Tuning. In arrivo il motore Lombardini

E’ recente la notizia e novità dell’arrivo sul mercato del nuovo motore Lombardini anti tuning. Il nuovo motore infatti, presenta un blocco software atto a impedire le modifiche. Il sistema semplicemente «strozza» l’invio di gasolio al motore nel caso in cui questo richieda un maggior quantitativo di carburante per superare il limite dei 45 km/h.

Un’iniziativa e svolta fantastica che potrebbe frenare il mercato ormai saturo di minicar modificate (e quindi pericolose) e garantire una maggiore sicurezza ai proprietari dei quadricicli leggeri.

Approfondisci