12027100_10153236747533823_7249703167002322568_o

Casalini rinnova il canale YouTube con i video della M14

Casalini, l’azienda italiana che dal 1939 produce minicar (o macchinette come le chiamano a Roma), sta rivoluzionando il modo di comunicare ai giovani clienti. Nel 2015 ha iniziato a comunicare con i ragazzi attraverso Facebook, instaurando un dialogo che è servito anche per realizzare alcuni modelli speciali dell’ammiraglia M14. Oggi rinnova il canale YouTube, con la pubblicazione di una decina di video clip realizzati prevalentemente per le strade di Roma, con gli studenti delle scuole superiori.

La playlist dedicata a Casalini M14 è ricca di immagini accattivanti e riprese che mettono in luce i numerosi pregi della minicar 100% italiana. Protagoniste dei filmati, insieme alla macchinetta, sono le due modelle Cristina Boboc e Marina Tataru. Voi quale preferite?

Canale ufficiale Youtube
www.youtube.com/c/CasaliniOfficialIT

Approfondisci

frank-matano

Il giudice di Italia’s Got Talent, Frank Matano, e la sua Ligier JS50 ICE

Frank Matano è amatissimo dal pubblico più giovane per i suoi scherzi telefonici sul web, per le sue frequenti comparsate come inviato de Le Iene e per essere uno dei giudici ad Italia’s Got Talent. Ligier è stata da subito conquistata dalla simpatia dell’attore, il quale ha guidato una JS50 ICE in alcuni suoi video girati per il web. Frank Matano è considerato tra i primi e più famosi youtuber italiani.

Frank Matano ha utilizzato la sua Ligier per muoversi comodamente tra un set e l’altro di Scherzi a Parte. In quel periodo stava lavorando anche al film “Fuga di Cervelli”, e in una delle sue incursioni su Youtube ha ironizzato sulla pronuncia del brand francese Ligier.

Sono molte le foto e i video di Frank Matano con la sua Ligier JS50 sulla pagina ufficiale di Ligier e Microcar su Facebook: https://www.facebook.com/LigierMicrocar

GUARDA IL VIDEO

Approfondisci

Marina Tataru guida la Casalini M14 verde militare

Marina Tataru. Nuova testimonial per Casalini M14 in versione militare

Dopo la stella emergente Cristina Boboc, Casalini punta su un’altra super modella per presentare a Roma la livrea militare della nuova M14. La bellissima Marina Tataru, con all’attivo diversi ruoli sia per la pubblicità che per la moda, ha messo in mostra le sue doti di pilota alla guida della macchinetta Casalini. La sua guida sportiva si è fatta notare per le strade della Capitale e la minicar italiana è stata salutata con grande entusiasmo dai ragazzi delle scuole capitoline.

Nella versione verde militare, Casalini M14 mostra i muscoli. L’indiscussa qualità e sicurezza dei modelli precedenti sono ora supportate da un design fluido ed elegante che rende la M14 unica nel suo genere. Per raggiungere determinati standard di eccellenza ogni dettaglio della nuova CASALINI M14 è stato progettato con un’attenzione maniacale, attraverso l’impiego di materiali accuratamente selezionati, coordinati tra loro in modo armonioso e lavorati artigianalmente con la massima precisione. L’intero abitacolo è stato riprogettato e rielaborato in base ai principi di estetica, funzionalità ed ergonomia. Tutta la strumentazione è stata interamente rivoluzionata, a cominciare dall’utile contagiri (praticamente gli unici ad averlo) e dal devioluci che consente di gestire in modo più pratico fari, indicatori di direzione e tutte le funzionalità dedicate ai tergicristalli. Il nuovo cruscotto, con strumento ribassato rispetto a tutti i modelli precedenti, garantisce una maggiore visibilità ed un comfort di guida senza precedenti.

Le foto e i video di Marina Tataru con la sua M14 sono visibili sulla pagina Facebook ufficiale dell’azienda italiana: https://www.facebook.com/CasaliniOfficial

Approfondisci

MgoPF

Microcar si fa in 4 con M.Go Premium Family

In 4 su una minicar? Ora è possibile. Con M.Go Premium Family, Microcar aggredisce il mercato delle citycar. “M.Go comunica da subito un’immagine di eleganza e solidità – spiega Ligier in un comunicato – compatta ma al tempo stesso spaziosa, con linee squadrate che richiamano il mondo delle auto urban-cross. Essenziale ma ben lontana dai banali stilemi molto diffusi nel segmento, M.Go Premium Family è al tempo stesso un’ icona di stile, riprendendo linee morbide, copiose modanature cromate, dettagli curati e un frontale completamente ridisegnato.
Spaziosa, versatile e soprattutto sicura: coerentemente ai modelli Ligier Group, M.Go Premium Family ha superato severi crash test Utac per adempiere ad alti standard di sicurezza ed affidabilità, presentando un telaio in monoblocco con rinforzi strutturali, barre anti intrusione sulle portiere, 4 freni a disco, cinture di sicurezza con ancoraggi rinforzati ed airbag lato guida su richiesta (unica Minicar a proporlo)”.

Approfondisci

Aixam

Cambia la legge. In due sulla macchinetta a 16 anni

Da oggi cade un divieto storico per condurre un passeggero sui ciclomotori fino a 50 cc, su moto fino a 125 cc di cilindrata e naturalmente sulle minicar: finora era indispensabile che il conducente fosse maggiorenne, ora si scende a 16 anni. Resta indispensabile, però, onde evitare multe, che chi è alla guida abbia la patente Am (per guidare il ciclomotore) oppure A1 (per motocicli di 125 cc) e B1.

Indispensabile anche che la moto sia omologata al trasporto di un passeggero. «A questo punto il divieto di circolazione in due – spiega l’Asaps, Associazione amici sostenitori polizia stradale – resterà in vigore solo per i 14-15enni in motorino oppure nel caso di ciclomotori non idonei al trasporto di due persone».

Approfondisci

Casalini M14 con la modella Cristina Boboc

Casalini M14. La macchinetta italiana presentata a Roma con Cristina Boboc

Casalini è l’unica casa automobilistica italiana che produce minicar fin dall’inizio della sua storia. L’azienda è nata a Piacenza nel 1939, e vanta oltre 75 anni di storia. Oggi è presente sul mercato con il modello M14, che nei giorni scorsi è stato presentato a Roma dalla giovanissima modella Cristina Boboc, impegnata sul set di uno spot pubblicitario.

Le minicar CASALINI sono progettate e costruite in Italia, dove la passione per i motori coinvolge un intero popolo. La ricerca di uno stile unico, la cura maniacale di ogni particolare, il lavoro artigianale di tecnici ed operai specializzati, fanno di M14 l’icona stilistica del suo segmento. Il design CASALINI coniuga eleganza, spazio, lusso e carattere nella sua forma più pura.

Anche l’attuale M14 si ricollega con ogni dettaglio a questa tradizione. Il frontale inconfondibile, l’incisiva prospettiva laterale e la coda moderna costituiscono un insieme armonioso che emana pura esclusività.

Approfondisci

music

Ligier JS50 e Pioneer per un audio senza paragoni

Musica per le nostre orecchie. Ligier ha presentato un nuovo allestimento pensato per chi di musica non ne ha mai abbastanza. La nuova radio multimediale e l’impianto audio della Ligier JS50 sono stati pensati per il pubblico dei giovani piloti, sempre più attenti alla qualità del suono, ma anche per chi ama guidare con una colonna sonora a tutto volume.

Su tutta la nuova gamma 2015 di Ligier JS50 di serie l’autoradio Pioneer Multimediale con schermo da 7″ con bluetooth e telecamera posteriore. In abbinamento alla nuova radio si è rivisto anche l’impianto acustico che ora è molto più performante, grazie alla collaborazione di Pioneer, leader mondiale nel campo degli impianti HI-FI automotive.

Approfondisci

nino

Nino Liboni, il campione di kitesurf, nuovo testimonial Aixam

E’ giovanissimo, ma ha talento da vendere. Nino Liboni vola sull’acqua con la sua vela, vincendo gare e sfidando i suoi coetanei di tutto il mondo. E il suo talento non è passato inosservato, tanto da spingere Aixam a sceglierlo come testimonial. Il kitesurfing è un moderno sport acquatico, nato come variante del surf; consiste nel farsi trainare da un aquilone (“kite” in inglese), che usa il vento come propulsore e che viene manovrato attraverso una “barra di controllo” (barra), collegata al kite da sottili cavi (quattro o cinque) di dyneema o spectra detti “linee”, lunghi tra i 22 e i 27 m. Il kitesurf si pratica con una tavola ai piedi con la quale si “plana” sull’acqua. A differenza, per esempio, del windsurf, il kitesurf si può praticare con venti ritenuti “deboli” permettendo trick, velocità ed accelerazioni. Si tratta di uno sport sempre più apprezzato dai giovanissimi. Proprio il target che Aixam sta coltivando in Francia e in Italia.

Approfondisci

DUE-serie-speciale-pink

Duè, la minicar-icona alla portata di tutti

Duè, la minicar-icona alla portata di tutti
Duè, la minicar-icona alla portata di tutti

Presentata a Siviglia lo scorso 11 ottobre, Microcar Duè torna a stupire con una campagna di finanziamento mai avvenuta prima d’ora nel segmento minicar. L’”icona”, come è stata ironicamente battezzata, a tutti gli effetti emblema di glamour e stile, è stata scelta dal gruppo Driveplanet per essere protagonista di un accordo con la finanziaria Agos Ducato, una collaborazione che coinvolgerà la Rete dei Concessionari Driveplanet per tutto il 2014. Scopo di questo accordo è quello di fornire un servizio finanziario rapido, semplice e sicuro, che permetta ad un target ampio di genitori di acquistare una minicar per i propri figli a partire dai 14 anni con la possibilità di restituirla dopo tre anni, ovvero quanto il teenager di casa ha raggiunto la maggiore età. L’operazione è rivolta all’acquisto di Duè Dynamic (listino 8890,00 euro) con anticipo di 1990,00 euro, 36 rate da 150 euro al mese (TAEG 6,43%): al termine dei tre anni è possibile saldare la maxirata finale oppure riconsegnare il veicolo alla concessionaria Driveplanet, secondo i parametri predisposti dal finanziamento stesso.

Icona di stile
Obiettivo dell’operazione è proprio facilitare l’acquisto della urban car, posizionando questo prodotto come un’alternativa intelligente e sicura negli spostamenti urbani quotidiani sia dei teenager sia dei genitori: Duè, oltre a rappresentare un’immagine nuova ed anticonformista rispetto agli stilemi tradizionali del segmento “quadricicli leggeri”, è un veicolo sicuro, pratico, dai costi gestionali minimi e funzionale tutto l’anno. Duè vuole essere icona di stile, riunendo forme e soluzioni d’immagine che non passano di certo inosservate, dal frontale arrotondato al portellone in cristallo fumè spiovente, dalle modanature alle bombature sulle fiancate fino ai copiosi dettagli retrò. Ogni elemento vuole fare della Duè una urban-car biposto a tutti gli effetti, adatta a tutti. Pratica, ultra chic, ecologica e sicura: Microcar ha concepito, progettato e realizzato Duè sviluppando una rigorosa mission per poter offrire alla propria clientela un prodotto confortevole ed affidabile che attinge dal mondo dell’industria automobilistica tradizionale e sportiva soluzioni tecnologiche di ultima generazione.

Spostamenti urbani eco-sicuri
Come tutti i modelli Microcar anche Duè si distingue per i numerosi plus in termini di sicurezza come la cellula di sicurezza in Alluminio ad alta resistenza (IXOtech brevetto esclusivo Driveplanet), cinture di sicurezza con ancoraggi a resistenza massima, il telaio motore a deformazione progressiva, capace di deformarsi assorbendo l’urto in caso di collisione, le barre antintrusione sulle portiere con pannello porta rinforzato. Inoltre Duè ha superato brillantemente la prova di crash-test a 45km/h con manichino strumentato (UTAC), vanta 4 freni a disco sovradimensionati per assicurare una frenata modulabile ad alta resistenza e monta il motore Lombardini Progress (esclusiva Driveplanet), in classe di inquinamento categoria A , riservata ai motori con bassissimo impatto ambientale. Pulito, sicuro e dai consumi contenuti 3,57 litri di gasolio ogni 100 km a conferma dei costi di gestione veramente bassi (bollo del ciclomotore)! Infine, ogni veicolo è riciclabile quasi al 100%, grazie all’utilizzo di materiali “nobili” quali l’alluminio e l’ABS confermando la sua vocazione “eco”.

Bella, elegante, scattante, narcisista: la minicar alla portata di tutti è una missione possibile.

Approfondisci

sucola

Tutti pazzi per le minicar. Un fenomeno non solo italiano e francese

Minicar: è boom in Italia
Minicar: è boom in Italia

L’Italia è pazza per le minicar. Sono 80.000 i veicoli messi in circolazione ogni anno (per un fatturato di circa 80 milioni escluso l’indotto) e 8.000 sono ogni anno quelli immessi sul mercato. Un settore certamente in espansione. I motivi sono molteplici: pensiamo ad esempio alle emissioni di cO2, causa principale del temutissimo effetto serra. Nei quadricicli elettrici, i livelli di cO2 liberati nell’ambiente sono ben al di sotto di quelli sprigionati dalle comuni auto in circolazione e rispettano ampiamente i limiti imposti dalla legislazione europea.
Altro punto di forza della auto elettriche sta sicuramente nelle dimensioni ridotte (ben il 60% in meno delle normali autovetture), minor ingombro, minor congestionamento stradale, minori tempi di percorrenza. Con la minicar si va ovunque e in tempi brevi, senza inquinare l’ambiente. Certo, costa più di una citycar, ma da la possibilità a persone anziane o con problemi di handicap di rendersi indipendenti in tutta sicurezza. Per questo motivo le case produttrici hanno chiesto che vengano estesi anche a questa categoria di auto i benefici fiscali finora riservati ai guidatori disabili di auto comuni.

Approfondisci