Volugrafo Bimbo. Il capolavoro dell’ing. Belmondo datata 1945

Volugrafo Bimbo 46
Volugrafo Bimbo 46

Sebbene sia stata immatricolata come automobile, questa piccola vettura ricorda tanto le macchinine delle giostre. Progettata dall’ingegner Belmondo nel 1945, poteva trasportare solo due persone a patto che fossero di piccola taglia. Le dimensioni della Bimbo erano estremamente contenute: passo di soli 1,5m, carreggiata anteriore di 830 mm, una lunghezza di due metri per un peso di soli 125 kg. Bassa e senza portiere, con carrozzeria d’alluminio di linea tondeggiante e carenata, questa vettura si avviava tirando una leva a mano. Aveva un cambio a tre marce e freni su tutte e 4 le ruote. Con una velocità di ben 60 km/h grazie ai suoi 5 CV di potenza, la Bimbo poteva percorrere fino a 100 km con 2,5 litri.
Di questa macchinina, venduta per 300.000 lire, furono costruiti solo pochissimi esemplari, fino al 1948, che di lì a poco scomparvero.

Approfondisci

Microcar presenta la gamma M8. Glamour, moderna e sicura

Microcar M8
Microcar M8

Microcar rivoluzione il concetto di minicar presentando la gamma M8: Carismatica, moderna, glamour e soprattutto sicura, la risposta senza compromessi per le esigenze di un pubblico eterogeneo con particolare riferimento ai giovani dai 14 anni. Come tutti i modelli Microcar anche M8 si distingue per i numerosi plus in termini di sicurezza e tecnologia, come cinture di sicurezza con ancoraggi a resistenza massima, il Microcar Protection System®, che comprende l’Airbag (ad oggi opzione unica nel segmento minicar), oltre al telaio motore a deformazione progressiva, capace di deformarsi assorbendo l’urto in caso di collisione; inoltre M8 è stata sottoposta a crash-test con manichino strumentato e cellula di sicurezza in alluminio ad alta resistenza, monta 4 freni a disco sovradimensionati per assicurare una frenata sempre pronta, e con pneumatici maggiorati. M8 rivoluziona il concetto della minivettura anche nella scelta dei motori associando comfort a riduzione dei consumi con il nuovissimo Lombardini DCI Revolution Common Rail un esclusiva Driveplanet, con un bassissimo impatto ambientale solo 65 grammi/km di CO2 e con una percorrenza di 40km con un solo litro di gasolio, un vero primato nel mondo dei veicoli a quattro ruote.
Infine, ogni veicolo è riciclabile quasi al 100, grazie all’utilizzo di materiali “nobili” quali l’alluminio e l’ABS. Concepita nell’immagine e nella personalità come una vera City Car, M8 non lascia nessun dettaglio al caso, come nell’insonorizzazione che abbinata al nuovo motore DCI, riduce le vibrazioni e migliora l’ elasticità.
Bella, sicura, accattivante, narcisista: la gamma M8 rappresenta il mezzo di trasporto urbano per tutta la famiglia, perfetta come citycar dei genitori, mezzo di trasporto incredibilmente trendy per i teenager.

Approfondisci

Ligier JS50. Urban car di ultima generazione

Ligier JS 50
Ligier JS 50

Automobilis Ligier brand storico nel mondo delle Minicar presenta la nuovissima JS50, è la sintesi di una meticolosa ricerca tecnologica, un percorso che ha portato alla creazione di un prodotto giovane, brillante, dinamico ed incredibilmente FASHION: ultra mobile nell’anima e ultra chic nel corpo, JS50 è pronta a rompere i luoghi comuni di una minicar poco attuale e scarsamente sicura. Ligier ha infatti sottoposto JS50 a severi crash-test con manichino strumentato, ha inserito una cellula di sicurezza in alluminio ad alta resistenza, 4 freni a disco sovradimensionati per assicurare una frenata OTTIMALE ed ha scelto equipaggiamenti con pneumatici maggiorati 15 POLLICI su tutta la gamma).
Altra innovazione Ligier sono le barre anti-intrusione sulle porte di tipo automobilistico, anche in questo caso un plus unico nel suo genere, ancoraggi delle cinture di sicurezza al alta resistenza, oltre ad un rigoroso controllo di ogni step durante la fabbricazione: all’uscita dalla linea di montaggio ogni veicolo viene sottoposto a specifici test. Nata per essere fashion: il nuovo modello Ligier presenta equipaggiamenti davvero sorprendenti come led anteriori, cerchi in lega, inserti cromati, vetri elettrici, cristalli privacy fumé e molto altro. Ma i dettagli sono ben più ricchi: copiose cromature, modanature ricercate, massima ampiezza di spazi interni e vasta gamma accessori, il tutto per creare un prodotto confezionato su misura per i propri gusti (carrozzerie bicolore comprese!). (altro…)

Approfondisci

Lombardini. Il segreto di Kohler Direct Injection

Lombardini. Il segreto di Kohler Direct Injection
Lombardini. Il segreto di Kohler Direct Injection

“Solo 3 anni fa, Lombardini celebrava 75 anni di storia. 75 anni durante i quali Lombardini è riuscita a diventare leader in Europa come produttore di motori diesel fino a 50 kW, accumulando un ineguagliabile bagaglio di esperienze e talento nell’industria dei motori diesel. La fusione con la società Kohler nel 2007, ci ha dato l’opportunità di rafforzare ulteriormente la nostra leadership in Europa”. Sono le parole di Gianni Borghi, presidente del Gruppo Lombardini. “Oggi infatti vantiamo la più completa gamma di prodotti diesel e benzina, raffreddati ad aria e ad acqua, mono e multi-cilindrici. La sinergia non è stata per solo in termini di prodotto, ma anche geografica. La presenza decisamente globale, Kohler negli Stati Uniti, Lombardini in Europa, conta anche stabilimenti in India e Cina”.
“In questo modo,” continua il presidente di Lombardini, “nonostante il periodo di crisi economica che tutti stiamo vivendo dal 2008 ad oggi, Lombardini ha avuto l’opportunità di affrontare investimenti significativi necessari per lo sviluppo di un nuovissimo motore con tecnologia all’avanguardia e soluzioni innovative per soddisfare al meglio le esigenze dei nostri clienti: un motore eccezionale interamente progettato dal team di ricerca e sviluppo di Lombardini, che sarà prodotto qui nel nostro stabilimento principale; un made in Italy pronto a conquistare il mondo, frutto dell’importante supporto finanziario e sostenuto da una forte visione strategica della nostra proprietà Kohler”.

Approfondisci

Minicar in assoluta sicurezza. Luogo comune per Ligier e Microcar

LigierJS50-En-6
LigierJS50-En-6

Tecnologia e sicurezza: con questo binomio il gruppo Driveplanet ha concepito, progettato e realizzato i suoi modelli, sviluppando una rigorosa mission per poter offrire alla propria clientela un prodotto confortevole ed affidabile. Luogo comune dal quale i modelli Ligier e Microcar hanno preso le distanze è l’associazione della minivettura agli stereotipi di scarsa sicurezza e mancanza di tecnologia, in quanto hanno attinto dal mondo dell’industria automobilistica tradizionale e sportiva (in primis il passato di Ligier in Formula1) innovazione, ricerca e soluzioni tecnologiche di ultima generazione. “ Ritengo di dover fare due precisazioni” afferma il dott. Antonello Curcuruto, Amministratore Delegato Driveplanet Italia e Spagna, “La prima è di carattere generale: le minicar per legge sono dei ciclomotori, quindi limitati in peso, potenza e velocità. In quanto tali in molti paesi d’Europa sono ritenuti i più sicuri ciclomotori in circolazione in quanto a sicurezza attiva (freni, telaio, sospensioni) e passiva. Chi come me ha dei figli in età da ciclomotore, converrà nel sentirsi più rassicurato da una minicar che da uno scooter! La seconda precisazione riguarda soprattutto i nostri veicoli di ultima generazione: abbiamo curato più di tutti l’aspetto della sicurezza e dell’anti-manipolazione ed invito tutti a chiederci una prova su strada per poter verificare le sensazioni di guida per ciò che riguarda comfort e padronanza del mezzo. E’ bene andare al di là dell’ estetica dei nostri veicoli e dei particolari che indiscutibilmente sono superiori alla concorrenza. Provocatoriamente posso affermare che molti genitori provando i nostri veicoli hanno ammesso che si sentivano a bordo come se guidassero una city car e non un ciclomotore….In effetti stavano guidando proprio una city car!” Microcar& L

Approfondisci

Sicurezza. Microcar è il solo produttore di quadricicli ad essere certificato ISO 9001

Microcar M8
Microcar M8

Microcar è stato tra i primi brand al mondo ad installare nelle proprie minivetture le cinture di sicurezza (1985) prima dell’omologazione obbligatoria (1992), la terza luce stop posteriore, nonché le quattro frecce di emergenza. Nel 2005 Microcar ha realizzato un sistema brevettato, Microcar Protection System®, che comprende l’Airbag su tutti i modelli, ad oggi opzione unica nel segmento minicar, oltre al telaio motore a deformazione progressiva, capace di deformarsi assorbendo l’urto in caso di collisione. Microcar e Ligier sottopongono i loro modelli a crash-test con manichino strumentato, cellula di sicurezza in alluminio ad alta resistenza, (per Ligier un’ innovativa tecnologia battezzata ISOTECH un brevetto esclusivo), oltre ad impiegare 4 freni a disco sovradimensionati per assicurare una frenata modulabile ad alta resistenza ed a presentare equipaggiamenti con pneumatici maggiorati (15’’). Altra innovazione Ligier sono il sistema RSS (Rear Smart System), ovvero tergicristallo posteriore intelligente, le luci diurne a LED e le barre anti-intrusione sulle porte di tipo automobilistico, anche in questo caso un plus unico nel suo genere. I recenti aggiornamenti in casa Driveplanet hanno introdotto ancoraggi di cinture di sicurezza con resistenza massima, oltre ad un meticoloso controllo di ogni step durante la fabbricazione: all’uscita della linea di montaggio ogni veicolo viene sottoposto a specifici test sulle infiltrazioni, controllo sospensioni e sterzo. Ad oggi Microcar è il solo produttore di quadricicli ad essere certificato ISO 9001 (Certificazione TǕV Rheinland®).

Approfondisci

Yamaha entra nel mercato delle minicar? Lo annuncia Masahiro Takizawa

Yamaha Tesseract 2007
Yamaha Tesseract 2007

Masahiro Takizawa, direttore del marchio Yamaha, ha annunciato che l’azienda giapponese entrerà nel settore dei quadricicli ad uso urbano. “Vogliamo creare un modello estremamente leggero,” ha dichiarato, “di facile utilizzo e con un’estetica nuova. Sarà qualcosa di molto differente da quanto proposto dai concorrenti” . Il nuovo veicolo dovrebbe essere presentato a Tokyo a fine novembre. Come riportato anche dalla Gazzetta dello Sport, “il fine è quello di avere un veicolo compatto ed economico ad uno o due posti”. La casa di Iwata ha in serbo altre interessanti novità, come un veicolo a tre ruote (due davanti e una dietro) che punta a fare concorrenza agli scooter Piaggio e Gilera. Dopo le dichiarazione rilasciate a Tokyo da Masahiro Takizawa a molti sarà tornato in mente il prototipo “Tesseract” del 2007. Chissà che l’idea di Yamaha non prenda spunto proprio da questo curioso progetto.

Approfondisci

Casalini M12 Elegante. Hot couture a 4 ruote

Casalini Elegante
Casalini Elegante

Progettata e costruita in Italia, dove passione e bellezza sono una cosa seria, la Casalini M12 Elegante nasce per sedurre con il suo stile unico. La city car italiana che si guida a partire da 14 anni è entrata nel cuore dei francesi, che hanno apprezzato il concetto di “hot couture a 4 ruote”. L’azienda italiana ha sempre puntato su un’ampia scelta di colori e personalizzazioni, senza trascurare l’innovazione tecnologica che emerge, per esempio, dal nuovo quadro strumenti, e continua con autoradio, vetri elettrici, cerchi in lega e tutta la sicurezza del marchio Casalini.
Sul tema della sicurezza il marchio Casalini ha sempre puntato parecchio. E la nuova M12 Elegante prosegue nel solco delle minicarche l’hanno preceduta. Le casalini sono infatti le prime minicar al mondo dotate di ABS. Sono sottoposte a crash test e a prove di durata e affidabilità in pista, vantano un telaio in tubolari d’acciaio ad alta tenacità, con scocca rinforzata con inserti in kevlar carbonio, impianto frenante con 4 freni a disco e pneumatici di altà qualità.
Una scelta di stile, ma anche e soprattutto di sicurezza.

Approfondisci

Dué Coupé. Mette l’accento giusto sul prezzo e sui bassi consumi

Ligier JS 50 Elegance
Ligier JS 50 Elegance

Il city coupé di Dué è una novità di mercato davvero interessante, non solo per il prezzo d’acquisto (9.600 euro), ma anche per la proposta di 2 motorizzazioni, tra cui il motore Lombardini DCI Tronic Common Rail a iniezione elettronica, che garantisce il massimo comfort acustico per un minimo di vibrazioni. Questo motore consuma solo 2,9 litri in 100 km ed emette quantità ridottissime di CO2, cosa che lo classifica tra i veicoli meno inquinanti del mercato (categoria A). Si tratta di una motorizzazione diesel a 4 tempi, che in 440 cm3 offre delle prestazioni ineguagliate per un quadriciclo (4kW a 3400 giri/min) e una grande scioltezza di guida in fase di accelerazione e decelerazione per un comfort di guida ottimale.
La nuova Dué Coupé, disponibile nelle colorazioni bianco perla con tettuccio nero oppure Nero lucido “Ebano”, con cerchi in lega da 15” bicolore, fari posteriori a LED con modanatura nero brillante e cristalli oscurati.

Approfondisci

Microcar M.Go Highland. Voglia di evasione

Microcar M.Go Highland
Microcar M.Go Highland

Voglia di scappare dalla città? La casa automobilistica francese Microcar ha realizzato un nuovo modello di minicar pensato per chi non riesce a frenare il proprio desiderio di libertà. M.Go Highland è un quadriciclo leggero innovativo, caratterizzato da un design che strizza l’occhio al mondo dei fuoristrada. Presentata nel nuovo colore grigio basalto, che evidenzia la carrozzeria e gli elementi che la rendono così particolare, ha una dotazione davvero interessante, a partire dalla motorizzazione con il Lombardini DCI Tronic Common Rail a iniezione elettronica, che consuma solo 2,9 litri in 100 km. Si tratta di un motore diesel, 4 tempi, 440 cm3, con prestazioni davvero eccellenti.
L’equipaggiamento esterno è davvero ricco di dotazioni: (altro…)

Approfondisci