Cina. Shandong diventa l’incubatore di auto elettriche

Cina. Shandong diventa l'incubatore di auto elettriche
Cina. Shandong diventa l'incubatore di auto elettriche

Le minicars elettriche, dette anche low speed, approdano nella provincia cinese di Shandong. Proprio qui è stata approvata la sperimentazione di questi nuovi gioielli tecnologici che consentiranno al mercato cinese di espandersi verso nuovi orizzonti ecosostenibili.
I maggiori fruitori delle auto elettriche sembrano essere persone anziane e disabili che, nonostante i problemi, vogliono mantenere la loro indipendenza. In più le nuove minicars hanno bassi consumi, non inquinano e possono essere guidate da chiunque, anche senza patente.
I dati attestano una situazione di crescita se si pensa che nella sola provincia dello Shandong, nell’anno 2012, i veicoli elettrici prodotti sono stati più di 128.000 per un aumento pari al 68.8%. Inoltre, sempre nell’anno 2012, venti case automobilistiche della provincia cinese hanno prodotto circa 1000 autobus elettrici di cui 980 sono stati venduti.
Per lanciare nel mercato il settore, la provincia di Shandong spera in contributo finanziario da parte degli enti governativi; questo aiuto gioverebbe anche alle numerose aziende automobilistiche come la Shi Feng Electric Cars, che delle auto elettriche ha fatto il proprio cavallo di battaglia.

One thought on “Cina. Shandong diventa l’incubatore di auto elettriche

I commenti sono stati chiusi.