Zagato Zele. Una minicar del 1973 prodotta in 500 esemplari

Zagato Zele
Zagato Zele

La Zagato Zele è la mamma di tutte le microcar moderne. Fu realizzata subito dopo la crisi energetica del 1973 in circa 500 esemplari.
Zagato deliberò il progetto gettandosi a copofitto in un’avventura incerta, vista la totale mancanza di esperienza nel settore. Venne lanciata in tre versioni (1000, 1500 e 2000), ciascuna munita di specifiche batterie. La Zele è infatti elettrica. Può percorrere tra i 70 e i 100 km con un “pieno di energia” e ha un motore di 4.8 CV. La velocità non supera i 40 km/h.
La sua caratteristica più interessante risiede sicuramente nelle dimensioni, molto contenute: misura 2.13 m di lunghezza e pesa meno di 500 kg. Ha un passo lungo 1.295 mm, è larga 1.346 mm ed alta 1.613 mm. E’ stata disegnata per ottenere un abitacolo il più possibile ampio e spazioso mediante l’utilizzo di vetroresina. Ha due posti. Trazione posteriore e cambio semi-automatico, sei rapporti per la marcia avanti e due per la retromarcia, telaio e sospensioni marchiate FIAT. Monta pneumatici Michelin da 10 pollici.
La Zagato Zele sbarcò anche negli Stati Uniti, dove venne conosciuta come Zagato Elcar. L’importatore (Elcar) ne realizzò addirittura una variante a quattro posti, nota come Elcar Wagonette.

One thought on “Zagato Zele. Una minicar del 1973 prodotta in 500 esemplari

I commenti sono stati chiusi.